POTERE DI-VINO – Il grappolo della speranza 

Quando guido i miei occhi sono sulla strada, ma non smetto di osservare ciò che mi circonda. Così tempo fa mentre andavo a fare una visita passai davanti ad una carrozzeria e con la coda dell’occhio vidi una cosa immensa e incredibile. Non potevo fermarmi perchè l’avevo vista troppo tardi. E poi dovevo andare al mio appuntamento. Mi ripromisi però di ritornare.

Così il sabato successivo ripassai in quel luogo. C’era un cortile aperto e lì vidi una cosa che mi fece luccicare gli oggi. C’era questo gigantesco grappolo d’uva, apparentemente in ferro battuto e chiedendo il permesso iniziai a fotografarlo. Poi entrai e cercai l’artista che lo aveva fatto. Si tratta di un fabbro, Davide Grifa, e il suo labortorio “La Fucina” si trova a Codevilla in provincia di Pavia. Il suo dipendente mi disse di aspettare che lo avrebbe chiamato per sapere se sarebbe tornato. Poi me lo passò. Davide è un fabbro incredibile e in quei pochi minuti mi raccontò che fece quella scultura durante il lockdown del marzo del 2020. Aveva preso 700 kg di acciaio grezzo e inox trattato e costruì quell’immenso grappolo in due settimane “di ordinaria follia” (cito le sue parole). Gli dissi che doveva pubblicizzarlo sui social ma lui mi rispose che non è su Instagram e non ha Facebook. Gli chiesi il permesso di postare io le foto e di fargli pubblicità. L’eco fu tale che le mie foto con il capolavoro di Davide arrivò dall’altra parte dell’Oceano negli Stati Uniti, in Iowa per la precisione. E’ un capolavoro di bellezza! Vi invito ad andare a vedere quest’opera. Quando me ne andai ero così felice di avere scoperto una simile storia che ho voluto condividerla.

FROM IOWA WITH LOVE 

Le idee sono come l’uva: crescono a grappoli

Angela Megassini

#angelamegassini

@angelamegassini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.