IL MIO PARTIGIANO!
Con Fabrizio ho davvero vissuto la libertà a 360 gradi. Fabrizio è sempre stato paladino dei diritti degli altri, sul lavoro, lottando per i più deboli. Durante i suoi anni da sindacalista è stato più volte licenziato e maltrattato anche solo per aver affisso un manifesto per la festa della donna. E poi le lotte e le proteste in fabbrica. Sempre per i più deboli. Poi sono arrivata io ed insieme abbiamo sempre combattuto per portare un messaggio di libertà: con passione ma soprattutto coerenza. Nel suo DNA c’è quello di suo nonno, Beniamino Pernitelli, ucciso da partigiano nel 1945 al quale dobbiamo la nostra libertà e al quale dobbiamo mostrare riconoscenza portando avanti e ricordando sempre il suo sacrificio.
Fabrizio lo ha sempre fatto e lo fa ancora con la musica, le parole, la sua armonica e tantissimi fatti.
Ha dedicato parte della sua vita alla ricerca della storia di suo nonno e di altri partigiani, ha dedicato un disco alla storia e alla libertà “La storia si canta”; un disco dedicato ai diritti civili “Il soffio della Libertà: il blues e i diritti civili. Perfino uno spettacolo teatrale dedicato alla libertà.
Ha collaborato con altri “partigiani” della musica e della cultura. E tantissimo altro.
Oggi dedico questo 25 aprile a tutti coloro che con la loro sofferenza e la loro vita ci hanno permesso di essere qui. Ma lo voglio dedicare anche ai tanti Fabrizio Poggi in giro per l’Italia che come lui non fanno mai spegnere la luce della libertà. Lavorano come le formiche senza mai smettere, a volte in silenzio, come se non ci fossero. Silenziate spesso dall’ignoranza e dai clamori televisivi. Ma la loro musica e le loro parole sono come il vento e arrivano o se arrivano e aprono i cuori. Tutto questo con semplicità e coerenza. Con conoscenza e competenza. Con sincerità e convinzione. Con la musica, le canzoni, le parole, la cultura, la serietà, la passione che da sempre lo contraddistinguono. Sono orgogliosa del partigiano che vive accanto a me. Grazie Fabrizio Poggi !

Angela Megassini

 

#angelamegassini

@angelamegassini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.