Adoro guardare le case specialmente in estate. Mi ricordano la mia casa e il mio paese. Gusto ogni colore, odore, mattone, fiore e animale. Osservo tutto e non mi perdo nulla. Camminando a volte gusto anche le persone quando ne trovo. Questa è una di quelle volte: sono vicina al tramonto e passo accanto ad una di quelle case. Mi colpisce un grande albero di ciliegio pieno zeppo di nel centro di un piccolo pezzo di terra semivuoto. Una signora sta sotto l’albero e le sta piluccando.

Oltrepasso ma vedo un gatto enorme bellissimo accanto a lei. Mi ricorda un gatto che avevo e che amavo moltissimo. Compagno fedele della mia vita solitaria di bambina. Non resisto e le faccio i complimenti per il gatto. La signora mi racconta un po’ di cose sul micio. E’ costretta a legarlo con un lungo filo rosso perché ha paura che vada sulla strada e muoia. Si capisce che lo ama moltissimo. Poi parliamo delle ciliegie. E’ una bella signora attempata con un sorriso dolcissimo. Di quelle persone spontanee che piacciono a me. Ci salutiamo e io proseguo la mia passeggiata. Lei mi richiama e mi dice: “Vorrebbe un po’ di ciliegie?”. Io resto di stucco: non mi sarei aspettata una tale richiesta. Ovviamente rispondo di si e mi porto a casa una borsa piena colma di ciliegie .

Ma più che altro in quella borsa, oltre alle ciliegie, c’è soprattutto amore e altruismo, fiducia e speranza nel passante sconosciuto. E tanta tanta felicità per un gesto così puro, semplice che mi fa scoppiare il cuore. Blind Willie Johnson cantava: “…What is the soul of a man – che cosa è l’anima di un uomo”. Ecco credo che l’anima di un uomo sia la bellezza con il quale lo stesso attraverso i suoi gesti riesce a farcela vedere.

 

 

Angela Megassini

 

#angelamegassini

@angelamegassini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.